Jurassic News

Sito dedicato alla storia dell'informatica

Dal 2006 una iniziativa dedicata alla retro informatica e alla storia della cultura digitale

I racconti di vita nella "Mega Ditta", scritti da Alfonso Martone, ci hanno deliziato con le tante situazioni descritte con sottile ironia dall'autore che è anche il protagonista delle storie che racconta.

Tanti di noi si saranno sicuramente immedesimati nella figura del tecnico-programmatore-elettronico-smanettone-... che si sta facendo le ossa sul campo in una ridda di situazioni sempre di emergenza, sempre nella precarietà.

Il lavoro, almeno una ventina di anni orsono, era proprio così: una scuola di vita sul campo con strumenti inadeguati, una preparazione precaria ma tanta, tanta passione per l'informatica.

Siamo sicuri che dietro il buonumore che sapranno donarci i racconti di Alfonso (alias Maurizio), ognuno saprà trovare una morale e una occasione di riflessione.

 


Linguaggio vituperato nel recente passato, il COBOL è tutt'ora usato nelle applicazione legacy. Forte di una robustezza strutturale come pochi, il COBOL ha rappresentato in passato la tappa obbligata per tutti coloro che volevano intrapprendere la difficile arte della programmazione mentre oggi appare qualche volta come una opportunità di impiego. Non sono poche infatti le aziende, soprattutto all'estero, che cercano programmatori skillati in questo idioma. Noi lo abbiamo affrontato più nell'ottica del recupero culturale piuttosto che da quella di finalizzare il corso alla completezza funzionale. Il nostro collaboratore Tullio Nicolussi ha lavorato per circa dieci anni usando varie versioni del linguaggio: dalle prime versioni abbastanza povere per arrivare alle estensioni che hanno considerato l'avvento delle reti di PC, dei database e delle interfacce grafiche. Come quasi tutti i linguaggi di programmazione prima del BASIC, anche il COBOL richiede un certo impegno ed una certa astrazione dal problema per essere usato con profitto. E' quindi possibilissimo che qualcuno non se la sia mai sentita di impararlo da solo. Del resto a volte la sintassi degli statement e la ricchezza di parametri tengono lontani gli approcci superficiali.

Pubblicazioni: